Disinfettante biocida: cosa significa?

Un disinfettante per definizione è un biocida. Quello che infatti differenzia un comune detergente per la pulizia da un disinfettante è proprio l’attività che gli permette di rimuovere, ridurre o abbattere la carica batterica presente sulle superfici.

Ogni disinfettante e di conseguenza ogni biocida è regolamentato da una precisa legge europea e nazionale. In particolare a livello europeo la legge che regola tutti i biocidi è il Regolamento (UE) n. 528/2012 del Parlamento Europeo, nel quale si trova anche la definizione ufficiale di biocida: qualsiasi sostanza o miscela nella forma in cui è fornita all’utilizzatore, costituita da, contenenti o capaci di generare uno o più principi attivi, allo scopo di distruggere, eliminare e rendere innocuo, impedire l’azione o esercitare altro effetto di controllo su qualsiasi organismo nocivo, con qualsiasi mezzo diverso dalla mera azione fisica o meccanica.

All’interno dello stesso regolamento vengono identificati i 4 gruppi di appartenenza nei quali si possono circoscrivere i vari prodotti biocidi: i disinfettanti, i preservanti, quelli legati al controllo degli animali nocivi e un quarto gruppo che racchiude una serie di biocidi non inscrivibili nei primi tre, come ad esempio tutti i biocidi legati all’acquacoltura. In questo articolo ci soffermeremo sui biocidi afferenti al primo gruppo, quindi quelli legati non solo alla disinfezione delle superfici, ma anche all’igiene animale e dell’uomo.

I biocidi disinfettanti nello specifico agiscono su differenti cariche batteriche per ridurle, eliminarle o abbatterle. In base al tipo di carica batterica che si vuole trattare si possono avere biocidi attivi contro i virus, contro i batteri e contro i funghi e le muffe. Ognuno di questi assume un nome specifico: nel caso dei virus si parla ad esempio di prodotto virucida, contro i batteri, un disinfettante si definisce battericida e in riferimento ai funghi si parla di attività fungicida. Ovviamente ogni disinfettante biocida può rispondere a una o a più di queste attività.

È importante sottolineare che all’interno della legislazione europea si specifica che la rimozione dei microorganismi avviene senza la mera necessità di azione meccanica. Tuttavia, nel caso della disinfezione degli ambienti, il Ministero della Sanità ha sottolineato che la disinfezione è l’azione da compiere con i disinfettanti dopo la pulizia ordinaria: infatti, prima viene rimosso lo sporco organico e successivamente, tramite l’utilizzo di disinfettanti e l’azione meccanica si procede alla disinfezione vera e propria.

Quindi non basta utilizzare un biocida sullo sporco organico di una cucina, ma è necessario prima procedere con un detergente specifico per la rimozione dello sporco e poi utilizzare un disinfettante ad azione biocida per ridurre o eliminare l’eventuale carica batterica rimasta sulla superfice.

Come anticipato i biocidi sono regolamentati a livello europeo e nazionale. Ogni biocida per considerarsi tale deve contenere i principi attivi approvati ed elencati dall’ ECHA, l’agenzia chimica europea. Inoltre, deve rispondere a specifici test di laboratorio e deve ricevere un’autorizzazione alla commercializzazione del biocida come tale. In Italia attualmente un disinfettante è commercializzabile come biocida se ha ottenuto la registrazione come Presidio Medico Chirurgico o risponde al regolamento europeo sui biocidi.

Interchem Italia ha formulato una linea di biocidi ad ampio spettro, in grado di soddisfare differenti esigenze legate agli ambienti e al materiale delle superfici. Nella gamma sono presenti sia Presidi Medico Chirurgici, sia biocidi approvati in deroga seconda l’ex Art.55.1 BPR.

Tra i Presidi Medico Chirurgici di Interchem Italia sono presenti:

metasteril detergente disinfettante profumato

Metasteril, il disinfettante battericida, fungicida, germicida e sterilizzante, con Sali Quaternari Di Ammonio, ottimo per essere utilizzato su diversi tipi di superfice.

muniocid dd 70 tutti i formati

Muniocid DD 70, disinfettante battericida, fungicida e virucida, attivo già a basse concentrazioni.

Argonit Disinfettante, attivo contro virus, batteri e lieviti, grazie alla sua capacità di evaporare velocemente è ottimo per essere utilizzato sulle superfici ad alto traffico 

Mentre tra i biocidi autorizzati in deroga dalla legislazione europea vi sono:

Argonit Clorattivo è un disinfettante per superfici dure pronto all’uso. La sua formulazione agisce contro batteri, virus e funghi.

Argonit Oxigen, il disinfettante biocida a base di perossido di idrogeno, che non necessita di risciacquo.

Argonit Oxigen 10C, la versione concentrata di Argonit Oxigen

Per concludere, l’attività biocida di un disinfettante è fondamentale per comprendere la carica batterica su cui agisce e capire quale sia il più adatto alle nostre esigenze. Scegliere il biocida giusto è ciò che fa la differenza!